Aree di intervento

Sindome da burnout. L’aiuto della psicologia.

Che cosa è il burnout?

La parola burnout viene dall’inglese che vuol dire “bruciato” o anche “bruciare completamente” ed è il risultato finale individuale di una serie di eventi stressogeni.
Inizialmente questo termine coinvolgeva soprattutto figure di professionisti che svolgevano professioni d’aiuto, quindi medici, psicologi, infermieri, forze dell’ordine, poi con il passare del tempo invece il termine è stato adottato e riconosciuto come problematica presente in qualunque contesto lavorativo con forti presupposti stressanti  (anche insegnanti e dirigenti scolastici).
L’Oms sottolinea che prima di diagnosticare il burnout nelle persone bisogna escludere altri disturbi con sintomi paragonabili come l’ansia, la depressione e disturbo dell’adattamento.
Herbert Freudenberger , psicologo, è il primo a parlarne a metà degli anni ’70, definendola sindrome da burnout.

 

Elementi distintivi della sindrome da burnout.

Tre le dimensioni caratteristiche di cui è necessario tenerne conto in fase di valutazione della sindrome da burnout (Maslach e Leiter, 2000):

  • Il deterioramento progressivo dell’impegno e della soddisfazione sul lavoro;
  • Il deterioramento delle emozioni;
  • Mancanza di adattamento.

La prima dimensione si manifesta con graduali sentimenti di insoddisfazione e di demotivazione, mancanza di energia, spossatezza, sensazione di non farcela, perdita di interesse del proprio lavoro, molto amato inizialmente.

Nella seconda componente i sentimenti positivi quali l’entusiasmo, la dedizione si sostituiscono con rabbia, senso di frustrazione, depressione e ansia.

La mancanza di adattamento viene percepita a livello personale come crisi personale e non come difficoltà nel posto di lavoro.

 

Cause del burnout

Diverse possono essere le cause del burnout:

  • Carico eccessivo di lavoro
  • Contrasti con i colleghi
  • Retribuzione non soddisfacente
  • Senso di impotenza
  • Non sentirsi all’altezza del ruolo ricoperto
  • Eccessive pressioni

 

Uscire fuori dal burnout con l’aiuto di uno psicologo

L’aiuto di uno psicologo è fondamentale per acquisire la consapevolezza del proprio stato e arrivare a vedere con i propri occhi che la propria vita sta procedendo in maniera diversa rispetto a quando si era iniziato il lavoro.

Lo psicologovi aiuterà ad entrare in contatto con le vostre emozioni. L’aiuto di uno psicologo è necessario per interrompere il circolo vizioso e riavvolgere il nastro della vita per guardarla nuovamente sotto una luce diversa.

Se pensi di soffrire di sindrome di burnout, se hai gravi problemi al lavoro non esitare a contattare uno psicologo, ti aiuterà a capire la natura del problema per arrivare ad una soluzione e riappropriarti della tua vita lavorativa e non.

 

Siamo a Roma Sud in zona Eur / Montagnola a due passi dalla Laurentina.
Contattaci o scopri dove siamo.